Non tutti i mali vengono per nuocere, dicevano gli antichi.

Raramente sbagliano.

Cogliamo la crisi come nuova possibilità di crescita personale e lavorativa.

È vero, non ce lo aspettavamo un momento così.

Stava andando tutto apparentemente bene eppure è arrivato.

Lo tsunami mondiale, capace di sconvolgere i piani di chiunque dai grandi ai piccoli.

Se sia stato inventato, generato, creato in laboratorio o sia arrivato come natura voleva, a questo non voglio e non posso rispondere. Ogni replica risulterebbe polemica o comunque poco costruttiva ed utile. L’unica certezza è che c’è.

E dobbiamo fare i conti con questo mostro che ha scoperchiato molteplici vasi di Pandora in Italia e nel mondo e sotterfugi nascosti per decine di anni.

Oramai non si può più.

Non si può più mentire, bisogna fare i conti con la realtà

 

I nostri nonni hanno superato anni altrettanto, se non più difficili. Hanno provato cosa fosse una guerra, hanno patito la fame vera, si sono arrangiati col nulla.  E ne sono venuti fuori. Hanno generato prole, i nostri genitori, a cui hanno invece regalato prosperità e ricchezza. Tipico ciclo della vita. Una volta toccato il fondo, non si può far altro che risalire. E risalire alla grande.

I nostri padri, hanno a loro volta procreato e messo alla luce noi, figli di una generazione consumistica. In un mondo di boom economico, in cui il lavoro esisteva come le lotte e le ribellioni sociali. Dandoci tutto e di più.

Ci hanno cresciuto come?…Azzardo un giudizio: viziati? Forse.

Molto comodi? Anche.

 

È chiaro, scrivo e parlo per me ma qualcuno si riconoscerà in questa descrizione.

 

Come ci avevano chiamati inoltre alcuni politicanti?

Mollaccioni, o qualche sinonimo dallo stesso significato.

Non tutti, ovviamente.

 

Ebbene, dicevo, il Covid come altre pandemie mondiali mette alla berlina tutto e ci costringe al cambiamento. Siamo sicuri che sia così dannoso?

Certo, forse non credevamo di cambiare così in fretta. Ma chissà se questa scossa non sia servita per comprendere alcune cose date per scontate per troppo tempo.

 

Il covid ci fa capire che: non si sa come, dove e quando esso arriva, come un ospite inaspettato e mal voluto. Ti riempie e ti strazia al punto da mandarti in ospedale, quando va bene se non addirittura al camposanto.

Ti fa capire che i nonni o le persone care le devi trattare bene sempre, perché da un momento all’altro possono lasciarti senza neanche poter dare loro un ultimo saluto o una degna celebrazione di sepoltura.

 

Ci insegna che la vita cambia da un istante all’altro e tu devi fronteggiarla.

Ci potrà rendere più in gamba? Lo speriamo.

Ci potrà inaridire? Dipende. Le scelte dipendono da noi. Decidiamo noi come voler cambiare, cosa voler diventare.

Noi per il momento iniziamo a metterci al passo. Abbiamo il tempo per pensare a business alternativi e inerenti al nostro settore.

Cominciamo con i corsi di dizione online e con altri nuovi progetti capaci di proiettarci anche al di fuori dell’Italia.

CreatiVita come sempre ce la mette tutta. Perché, dopo un attimo di sconforto, bisogna reagire.

“Nella vita non è importante quante volte cadi ma quante volte riesci a rialzarti”.

Stefania Pascali

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Blog creatiVita
Average rating:  
 0 reviews